Lo Chef si racconta: l'intervista al nostro Pastry Chef Giorgio Derme

La scuola di cucina Tu Chef ha selezionato, per l’organizzazione e la gestione delle diverse attività didattiche svolte all'interno della scuola, alcuni tra i migliori professionisti del settore enogastronomico presenti nel panorama italiano e internazionale; una vera e propria “brigata di cucina” di esperti del gusto in grado di formare con passione e portare tutta la grande esperienza, professionalità e competenza nel settore.
Il Pastry chef della scuola, Giorgio Derme, racconta la sua esperienza formativa e professionale all’interno della scuola Tu chef e come grazie a questa realtà è riuscito a raggiungere i suoi obiettivi. Un pasticcere a tutto tondo, competente nelle preparazioni di pasticceria dolce e salata, in grado di spaziare dal classico al moderno, con una particolare predilezione verso i grandi lievitati e il cioccolato. 

Conosciamo meglio Giorgio Derme 

D: Cosa spinge un professionista del “food” ad insegnare? 
R: Certamente l'innovazione. Per un professionista l’insegnamento rappresenta un’opportunità di cambiare, permette di allontanarsi dalla solita routine e confrontarsi con le giovani leve. 

D: Quanto l’arte della pasticceria oggi si è raffinata o è diventata più complessa?  
R: Ad oggi, rispetto al passato, si è molto raffinata. Nel panorama nazionale della pasticceria c'è molta più ricerca, molto più sviluppo. È diventata più complessa? Sì. Più complicata? Sì, ma sicuramente più interessante e stimolante. 

D: Ricerca e cura dei dettagli anche per merito dei format tv? 
R: Soprattutto per merito dei format televisivi. Negli ultimi anni l'avvento dei programmi tv dedicati alla pasticceria ha dato grande risalto al nostro mondo e da qui traiamo molti benefici. 

D: Quali sono le qualità dei giovani corsisti oggi? 
R: Le qualità dei giovani corsisti oggi sono più elevate rispetto a qualche anno fa. C'è più informazione, la pasticceria e la cucina ormai fanno parte della nostra quotidianità, di conseguenza il livello si alza inevitabilmente. 

D: Cosa vuol dire insegnare nella scuola di cucina Tu Chef? 
R: Per me rappresenta un traguardo molto importante, è motivo di grande orgoglio. La mia formazione è iniziata proprio in questa scuola, ho seguito un corso qui parecchi anni fa e rientrare come docente è stata una grande soddisfazione. 

D: Pregi e difetti della scuola di cucina Tu Chef? 
R: Tanti pregi, tra questi sicuramente il fatto di portare molti dei nostri corsisti nel mondo del lavoro e, cosa molto importante, di rendere la loro permanenza nelle pasticcerie e nelle cucine stabile nel tempo. Difetti pochi, forse una struttura troppo piccola per accogliere tutti i corsisti che vorremmo. 

D: Un aggettivo per descrivere la direttrice Anna Maria Palma? 
R: Anna Maria la conosco da tanto tempo e posso descriverla come una persona disponibile e gentile, è sempre disposta ad aiutare chiunque, docenti e corsisti. 

D: Giorgio Derme - “Miglior Pasticcere Conpait Lazio 2019” 
R: Si, l'anno scorso ho partecipato al contest della Conpait ed ho vinto il premio come miglior pasticcere del Lazio 2019. Sono molto orgoglioso, ho vinto con una mia creazione, un cannolo di pasta sfoglia rivisitato anche oggetto di uno dei nostri corsi. È stata una grande soddisfazione perché ho un rapporto di amore e odio con questo tipo di preparazione ed arrivare alla vittoria è stato molto, molto bello.

Clicca qui per scoprire la video intervista.

Clicca qui e scopri di più sul curriculum del docente Giorgio Derme.

Management Creare e Comunicare | Coding Digitest.net

Contattaci